Passa al contenuto principale
Post recenti
1
Altro Materiale per il Sostegno / [Materiale] 54.Letture aumentative e alternative con Velcro
Ultimo post da Basile -
54.Letture con l'uso della comunicazione aumentativa e alternativa con Velcro

Schede riutilizzabili per una lettura alternativa
Stampa le schede: La Savana, Al Mare, In Classe, Al Parco. Ritaglia le tessere e plastifica il tutto per poi ritagliare ancora ed applicare il velcro. (Vedi anteprima)
reciclato=riciclato



Da un'idea di Giunti editore e modificato dal prof BASILE ad Avola il tredici ottobre 2018 - Versione 1.0 -
Ultimo aggiornamento: versione n. xx del xxxx
Per segnalare errori o suggerimenti, invia una email a sebastianobasile@gmail.com o apri un topic su questo forum.
Unisciti al canale telegram [www.telegram.me/sostegno] per scaricare il materiale creato e rimanere aggiornati.
2
Disturbi dello spettro autistico / Re:CAA - SEI software gratuiti con cui creare materiali didatticI
Ultimo post da Basile -
Una buona risorsa di materiali cartacei per la CAA la trovi anche qui: http://www.arasaac.org/materiales.php

Al seguente link per materiale in lingua italiana con l’uso di pittogrammi arasaac: http://www.arasaac.org/materiales.php?busqueda=basico&buscador=1&titulo_descripcion_basico=&autor_basico=&idiomas_basico=it&area_curricular_basico=0&subarea_curricular_basico=0&tipo_basico=0&dirigido_basico=0&nivel_basico=0&saa_basico=12&button=Search&pg=0
3
Disturbi dello spettro autistico / CAA - SEI software gratuiti con cui creare materiali didatticI
Ultimo post da Basile -
La Comunicazione Aumentativa Alternativa: 6 software gratuiti con cui creare materiali didattici

Molti sono stati  i software sviluppati negli ultimi anni per creare materiali sulla CAA.

Si tratta di applicazioni e programmi informatici con i quali si possono realizzare schede, simboli ed immagini utili per facilitare la comunicazione di persone con difficoltà e disabilità.

Purtroppo  per la maggior parte si tratta di software che non hanno ancora una versione in lingua italiana o solo a pagamento e questo crea difficoltà nel reperire schede e materiali utili per gli addetti ai lavori. Inoltre quando si cercano informazioni sul web su questi strumenti, si trovano molte notizie discordanti e confuse sull’utilizzo di un software in modo gratuito o previo acquisto di una licenza.

Ma quali sono gli strumenti davvero open source dedicati alla Comunicazione Aumentativa Alternativa?
  • ARAWORD: è un software gratuito e disponibile a tutti anche in lingua italiana. Questo word processor permette di scrivere contemporaneamente testo e pittogrammi e da poco è stato implementato aggiungendo la sintesi vocale grazie alla quale si può leggere ciò che si scrive. È indicato specificatamente per i bambini con difficoltà che sono nella loro prima fase di apprendimento della lettura e scrittura.
  • SC@UT: questo strumento è in lingua spagnola in quanto nasce da un progetto di ricerca dell’Università di Granada ma può essere facilmente utilizzato per creare schede di pittogrammi associate a parole e suoni della lingua italiana poiché utilizza la sintesi vocale installata sul pc.
  • SCRIVIMMAGINI: è un software gratuito per la creazione di materiali sulla CAA che ha come particolarità la guida alla scrittura utilizzando testo e immagini abbinate. Si possono scrivere frasi o/e storie dove il nome dell’oggetto può essere affiancato o sostituito dalla immagine corrispondente.
  • LEGGIXME: installabile sul sistema Windows, questo software permette di ascoltare un testo scritto e facilitare così la lettura e scrittura della persona affetta da disabilità. Per poter funzionare, ha bisogno di una sintesi vocale già installata sul pc e ciò da’ la possibilità di importare un testo in un text editor o di esportarlo in un file mp3.
  • DSPEECH: è un programma di TTS (text to speech) con capacità di riconoscimento automatico della voce. Infatti oltre a saper leggere ad alta voce il testo scritto può scegliere le frasi da pronunciare in base alle risposte del fruitore.
  • ABCD SW: utilizzato prettamente in età prescolare e con bambini affetti da autismo, questo software può essere utilizzato con una connessione internet e solo dopo la registrazione al sito web. Elemento distintivo è la sezione dedicata al monitoraggio e all’analisi dell’apprendimento oltre alla capacità del programma di scegliere gli esercizi da somministrare in base alle capacità del bambino.

5
Altro Materiale per il Sostegno / Re:[Materiale] Descrivo e imparo a rispondere a domande con velcro
Ultimo post da Basile -
Ho scaricato il materiale. `Lo trovo molto interessante ma forse le tessere per la formulazione della descrizione delle immagine sono troppe e quindi praticamente ci vuole tempo per organizzare ogni esercizio e avere tanto spazio per conservare tutto.
Forse sarebbe meglio togliere tutte le tessere/pecs intruse e quindi ridurre alle sole tessere che realmente formano ogni frase/descrizione.
 
In effetti le tessere diventano tante e gestire la tempistica per preparare ogni singolo esercizio potrebbe essere un po' più del previsto.
Cercherò di sistemare il file in modo di avere la possibilità di poter utilizzare le tessere essenziali e raccogliere le altre come PECS extra.
Quando tutto pronto sostituirò con il file aggiornato.
Grazie per il suggerimento
6
Altro Materiale per il Sostegno / Re:[Materiale] Descrivo e imparo a rispondere a domande con velcro
Ultimo post da Sonia -
Ho scaricato il materiale. `Lo trovo molto interessante ma forse le tessere per la formulazione della descrizione delle immagine sono troppe e quindi praticamente ci vuole tempo per organizzare ogni esercizio e avere tanto spazio per conservare tutto.
Forse sarebbe meglio togliere tutte le tessere/pecs intruse e quindi ridurre alle sole tessere che realmente formano ogni frase/descrizione.
 
7
Altro Materiale per il Sostegno / [Materiale] 52.Descrivo e imparo a rispondere a domande con velcro
Ultimo post da Basile -
52.Descrivo e imparo a rispondere a domande + Tabellone con VELCRO

Chi è? Che fa? Che cosa? Dove?


Utilizzando immagini da descrivere per azioni che compiono i verbi BERE e MANGIARE.


  • Stampa i due tabelloni in bianco e nero oppure quelli a colore delle pagg. 4 e 5 (io ho stampato le pagg. 2 e 3 in B/N avanti e retro sullo stesso foglio per poi colorare i quadrati di arancione e quindi dopo aver plastificato il foglio ho attaccato la parte morbida di velcro).
  • Quindi stampa (opzione dimensioni effettive e NON adatta alla pagina) le pagine contenenti le immagini e le tessere essenziali a colori 7, 8. Ritaglia e plastifica.
  • Per  finire ritaglia ancora tutte le immagini e attacca la parte ruvida del velcro.
  • Se hai bisogno stampa anche la pag 9 delle tessere extra e la pag 10 più volte quanto serve come contenitore/raccoglitore tessere (magari stampando, quest'ultimo, avanti e retro

POSSIBILI FRASI CHE SI POSSONO FORMULARE DESCRIVENDO LE IMMAGINI PRESENTI

Con il verbo MANGIARE:
  • Il bebè mangia il purè in cucina
  • La mamma mangia un gelato in piscina
  • Il nonno mangia un biscotto al bar
  • Il cavallo mangia l’erba in campagna
  • La mucca mangia l’erba in campagna
  • Il bimbo mangia una mela al parco
  • La bimba mangia un panino al parco
  • Il papà mangia la zuppa in cucina
  • La mamma mangia la carne in cucina
  • La bimba mangia il pollo - il purè -la banana in sala da pranzo
  • Il bimbo mangia le patatine - il pollo - il purè - la banana in sala da pranzo Il bebè mangia la torta ad una festa
  • Il bimbo mangia la torta ad una festa

Con il verbo BERE:
  • La mamma beve succo d'arancia in cucina.
  • Il cane Beve l’acqua in giardino.
  • Il gatto beve l'acqua in giardino.
  • Il Bebè beve il latte in camera da letto La nonna il vino in sala da pranzo.
  • Il nonno beve il vino in sala da pranzo La bimba beve succo ad una festa

Anteprima


52.Descrivo e imparo a rispondere a domande + Tabellone con VELCRO
Da un'idea di ARASAAC e modi cato dal prof BASILE ad Avola il venti settembre 2018 - Versione 1.0 -
Ultimo aggiornamento: versione n. 1.1 del 22.09.2018
Per segnalare errori o suggerimenti, invia una email a sebastianobasile@gmail.com o apri un topic su www.superscuola.com Unisciti al canale telegram [www.telegram.me/sostegno] per scaricare il materiale creato e rimanere aggiornati.
Autor pictogramas: Sergio Palao Procedencia: ARASAAC (http://catedu.es/arasaac/) Licencia: CC (BY-NC-SA) Immagini create da Soyvisual. Fundación Orange. Licencia: CC (BY-NC-SA) Autores:: José Manuel Marcos , David Romero
    Traduzione: Maria Grazia Fiore
8
Altro Materiale per il Sostegno / [Materiale] 49.Ad ognuno la sua Ombra
Ultimo post da Basile -
49.Appaiamento Figura-Ombra

Stampa tutte le immagini e le rispettive ombre, plastifica e aggiungi il velcro per essere riutilizzate più volte;
Attacca le ombre con il velcro a lato di quella della consegna in maniera che il bambino possa avvicinarle alla figura per il confronto.
Oppure attacca un'ombra sulla striscia di velcro e chiedi al bambino di indicare con il dito o scegliere l'immagine corrispondente.
Oppure pensa come elaborare una nuova consegna...
Buon Lavoro
9
Modulistica Insegnantie e ATA / [Materiale] Modulo Assunzione-Notizie-Servizi Stipendi
Ultimo post da Basile -
Modulo di assunzione per il personale in assegnazione, utilizzazione, ecc. + Foglio Notizie + Servizi Stipendi + autocertificazione titoli di studio da presentare il giorno della presa di servizio del primo di settembre.

Per il personale che è stato trasferito o assegnato o utilizzato, ecc. in altro istituto e volesse preparare e quindi direttamente aver pronto per presentarlo alla nuova istituzione, evitando così file o peggio compilare modelli vecchi, non chiari, incompleti e spesso anche in fotocopie poco leggibili.




Aggiornamenti:
  • File modificato e aggiornato in data sabato 1 settembre 2018 ore 20,25
10
Disturbi dello spettro autistico / Strategie per prevenire e ridurre i comportamenti problematici
Ultimo post da Basile -
Per prevenire e ridurre i comportamenti problematici nei bambini appartenti allo spettro autistico è opportuno realizzare una buona programmazione che permetta di sviluppare le capacità del bambino, e tenga conto delle sue specificità. Ė inoltre opportuno realizzare un Piano di Gestione del Comportamento da condividere con tutte le figure coinvolte.

L’intervento per la prevenzione e la riduzione dei comportamenti problematici si realizza attraverso una buona programmazione “in positivo”, ovvero realizzata non per eliminare qualcosa che non va nel bambino, ma per svilupparne le sue specifiche capacità.

In primo luogo l’intervento deve basarsi sugli antecedenti del comportamento problematico. Si tratta di lavorare per modificare o evitare le variabili che possono scatenare le crisi. A questo scopo è utile anticipare ed esplicitare le richieste ambientali, le regole relazionali, i comportamenti attesi (ciò che non si può fare e ciò che invece si dovrebbe fare).

Vale la pena quindi strutturare i tempi (schemi della giornata, agende visualizzate, routine di inizio e fine attività), gli spazi e le attività (segnalare visivamente l’attività che verrà svolta in ogni angolo o spazio).
Inoltre è opportuno organizzare le attività in base alle caratteristiche, alle capacità, agli interessi del bambino.

Per non proporre stimolazioni fastidiose o addirittura dolorose, per non essere invadenti, e per non generare, seppure involontariamente, fastidio o paura, è fondamentare mettersi nei panni del bambino e vedere il mondo con i suoi occhi, ascoltare, toccare, sentire come lui.

Si ricorda che le caratteristiche sensoriali dei bambini appartenenti allo spettro autistico possono essere rappresentate da:

  • ipersensibilità ad alcuni suoni o rumori (alcune voci, alcuni rumori di sottofondo possono essere percepiti come assordanti, per questa ragione evitiamo le informazioni sonore non rilevanti, il riverbero del suono e abbassiamo il volume della voce);
  • ipersensibilità agli stimoli visivi (percezione dell’intermittenza di alcune luci al neon, sensazione di accecamento rispetto ad alcuni riflessi del sole);
  • ridotta o eccessiva sensibilità tattile (fastidio al tocco, ad alcuni tessuti, alle etichette degli indumenti, alla consistenza di un certo cibo nel palato, indifferenza per il caldo o il freddo);
  • particolare percezione del dolore (apparente insensibilità);
  • sensibilità a stimoli olfattivi e gustativi (tale da ostacolare la condivisione di esperienze).

Detto questo, condizione necessaria per una buona prevenzione e gestione dei comportamenti problematici è l’alleanza fra insegnanti e fra insegnanti e familiari. Per costruirla è utile realizzare un Piano di Gestione del Comportamento (che potrebbe essere strutturato secondo il sistema del semaforo, vedi spiegazione sotto), nel quale vengano delineati i comportamenti stessi, i loro fattori scatenanti, le notizie su eventuali condizioni mediche, i problemi sensoriali, gli interessi e le attività preferite dell'allievo, le strategie di contenimento fisico approvate. Una volta condiviso il piano è importante farlo firmare da tutte le figure coinvolte.

Semaforo verde
In questa sezione vengono delineati:

  • Comportamenti del bambino in stato di calma.
  • Strategie da utilizzare per modificare o ridurre le variabili scatenanti.

Semaforo giallo
In questa sezione vengono delineati:

  • Primi segni di agitazione.
  • Strategie da utilizzare.

Semaforo rosso
In questa sezione vengono delineati:

  • Comportamenti in stato di agitazione.
  • Strategie da utilizzare.